Il battesimo di Gesù

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco».  Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

 

 

 

Il  battesimo di Gesù.         È il tuo,   quale è ?

 

Il tuo.

Te la prendi da solo,  l’acqua.     Te la metti da solo,  sul capo.    Ti incensi da solo.               Ti immergi,  nella tua acqua.    Riemergi,  dalla tua acqua.     Ma  è solo roba tua.               Ci sei solo tu.    Non c’è Gesù.    Non si aprono  i cieli.

 

Il battesimo di Gesù.

Stai con lui. In lui.  Stretto a lui.      E quell’acqua,  scende anche  sul tuo capo.     Ti immergi,  nella sua acqua.   Non è solo acqua.    È l’acqua,  che esce dal suo costato.

E si aprono i cieli.       E scende lo Spirito Santo,  in quell’acqua.    E non è più acqua.       È lo Spirito di Dio,  che ti copre, che ti  ricopre.   Che ti avvolge.

È il fuoco   che ti cambia,  che ti trasforma,  che ti riscalda.     Che ti consola. Che ti  ripara.   Che  ti risana.

 

E c’è il Padre.   E c’è la voce del Padre,  che lo sigilla, che lo suggella.   Anche per te.

“Tu sei il Figlio mio, l’amato.   In te ho posto  il mio compiacimento”.

 

Sei,   la gioia di Dio.

E Dio,    è   la tua gioia.

 

 

 

 

 

 

Il Battesimo di Gesù

juan_fernandez_de_navarrete_-_baptism_of_christ_-_wga16466-copia

 

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.  Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

 

 

 

E tu,    lo vivi,  il tuo battesimo?

 

Il Battesimo di Gesù,   è il battesimo dall’alto.      È Dio che lo battezza.  È Dio che scende, lo immerge,   lo ricolma, lo riempie, lo ricopre,   dall’alto.        È il battesimo della Trinità.       È  il  battesimo  nello Spirito Santo.

 

La voce del Padre,  indica il Figlio.     Lo Spirito Santo su Gesù,   è il segno del Padre,        è il dito del Padre,   che indica Gesù.

 

Questi è  il Figlio mio.      È  il Figlio di Dio.     Lo ha mandato lui.   È parte di lui.   A lui devi guardare.  In lui devi stare.

L’amato.      È lui  l’amore di Dio.     In lui lo puoi vivere.   In lui lo puoi sentire.      Solo in lui,  lo puoi avere.

In lui   ho posto  il mio compiacimento.       In lui ha posto, riposto,   ha messo la sua gioia.  In lui la trovi.   La gioia vera.     La sua.  E la tua.

Ascoltatelo.        Ascolta lui.   Lui solo conosce il Padre.       Ascolta lui.    E fai  quello che    ti dice.     E fai,  quello che fa.

 

Ecco,   allora  lo vivi,

il tuo battesimo.