Il giudice e la vedova

In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai:   «In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”.  Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”».  E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».

 

 

E tu,   lo preghi,  Dio ?

 

Non lo preghi.

Tanto  non conta.      Tanto  non vale.  Tanto non serve.      Tanto  a che serve.                     Tanto  è sempre tutto uguale.     Tanto non cambia niente.   Tanto non fa niente.             Che lo faccio a fare?

Tanto,  non ci sta.     Tanto  non mi sente.  Tanto non ci sente.    Sta troppo lontano.   Manco mi vede.   Non gli importa di me.      Che ci parlo  a fare?

 

Lo preghi.

Ma che pensi?    Che Dio che ha fatto gli occhi,   non ti vede?    Che Dio che ha fatto       gli orecchi,  non ti sente?     Lui lo sa fare.

Ci sta.       Quando  vai da lui.                                                                                                   Ci sta.       Quando tendi  le mani.    Quando tendi  le braccia.   Quando alzi  le braccia, verso di lui.    È  il tuo Dio.                                                                                                      Ci sta.       Quando  alzi gli occhi.    Quando ci metti gli occhi,  in lui.    E le lacrime,  che    ci stanno dentro.

Ci sta.       Quando vai  e rivai.   E non smetti mai.  E non ti stanchi mai.    E non te ne vai. Ci sta.       Quando lo sai,   che lui fa.  Che lui può fare.  Quello che è giusto.   Lo sa fare.  Sa come fare.

 

E Dio,   non sta fermo.     Non ti fa aspettare. Non ti mette in fila.     Si muove  subito.

E Dio   fa.     Quello che ci serve.   Quello che ci vuole.   Quello che è meglio,  per te.        E per gli altri.     Solo lui  lo sa.    Solo lui  lo fa.

 

Lo fa  per te.                                                                                                                           Lo fa  con te.                                                                                                                          Ecco  la preghiera.

 

 

 

 

 

 

La Pentecoste

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:  «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.  Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.  Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

 

 

 

E io pregherò  il Padre    ed egli vi darà un altro Paraclito,     perché rimanga con voi,       per sempre.          E per te,   lo Spirito Santo,   da dove viene ?

 

Da te.

Viene da te.    Parte da te.   Scende da te, lo Spirito Santo.    Lo mandi tu.  Lo doni tu.     Lo  sai tu.  Lo vuoi  tu.  Lo fai tu.    Lo decidi tu.  Lo Spirito Santo.      Non  Gesù.                  E non è Spirito.   E non è Santo.

 

Da Dio.

Viene dal Padre.   Scende dal Padre.     Te lo manda il Padre,   nel nome del Figlio. Attraverso il Figlio.

È l’  Amore di Dio.    E l’ Amore,  è una Persona.   È la terza Persona della Trinità.   È Dio.

È il  Paraclito. (= chiamato presso).      Quello che sta  con te.    Quello  che ti sta vicino.   Quello che  non ti lascia mai.    Quello che sta  al tuo fianco.   Sempre.

È  l’ Avvocato(ad-vocatus = chiamato in aiuto).     Quello che ti rappresenta.  Quello che si presenta, al posto tuo.   Quello che chiede. Che richiede.  Che implora.     Al posto tuo.

È il   Difensore.     Quello che ti difende.   Che sta dalla tua parte. Che prende la tua parte. Che è parte di te.    Più di te.

È il   Consolatore.   Quello che ti consola.     Che ti prende  tra le braccia.   Che ti tiene  tra le braccia.    Che asciuga le tue lacrime.  Quelle più nascoste.

È lo Spirito di Dio.   Che ti porta il Padre e  il Figlio.  Che può tutto.    Che scuote,  che muove, che cambia,  tutto.     Che ripara, che rigenera, che  ricrea.  Tutto.

È lo Spirito di Verità.    È la Verità   in Persona.     E scopre. E svela. E rivela.   E spiega.    E fa capire.  Tutto.  A tutti.

 

Lascialo entrare.   Lascialo passare.   Lascialo andare,  verso gli altri.

È lui,    che parla  a  tutti.                                                                                                           È lui,    che ascoltano  tutti.                                                                                                      È lui,    che aspettano tutti.