L’immagine di Gesù misericordioso

Immagine di Gesù Misericordioso:   la Storia e le due versioni dell’Immagine.

                                                                                                                                                    La prima versione dell’Immagine di Gesù Misericordioso

Un quadro che continua ad attirare fortemente lo sguardo e il cuore. –  Dipinto negli anni trenta sotto la direzione di suor Faustina Kowalska, Fu dipinto su richiesta di Gesù: “Dipingi un’immagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: Gesù confido in Te!” (Diario di S. Faustina, 47).  Sei mesi a dipingere sotto lo sguardo vigile e scrupoloso di un sacerdote (Don Sopoćko) e di una suora destinata a salire agli onori degli altari (Faustina Kowalska). È quanto fece negli anni trenta Eugeniusz Kazimirowski, artista polacco che ha dipinto la celebre immagine di Gesù Misericordioso. 

Suor Faustina pertanto seguì Kazimirowski in tutte le fasi del dipinto chiedendo continuamente correzioni o aggiunte di dettagli.  Quando il quadro fu terminato, lei non ne rimase contenta e piangendo si lamentò con Gesù: “Chi Ti dipingerà così bello come sei?”. In risposta sentì: “Non nella bellezza dei colori né del pennello sta la grandezza di questa immagine, ma nella Mia grazia”.

Durante la seconda guerra mondiale, la Polonia era come schiacciata in una terribile tenaglia, tra Hitler e Stalin. Gli eventi bellici non tardarono a suscitare effetti sul Paese di suor Faustina e sulla Lituania. Durante l’occupazione del Paese baltico da parte delle truppe sovietiche, nel ’48, la chiesa dove era ubicato il quadro fu chiusa e l’edificio (quadro compreso) fu acquisito da un privato.
Solo dopo qualche tempo, due fedeli riuscirono ad ottenere il quadro e a portarlo al sicuro. Dopo vari spostamenti nel corso dei decenni, in cui rimase miracolosamente intatto, oggi il dipinto è venerato nella chiesa di Santo Spirito a Vilnius.

Numerosi restauri e interventi per molti anni nascosero i valori artistici dell’opera.  Uno strato di cera sovrapposto dal restauratore – anche se in una grande misura preservò l’immagine dagli effetti dannosi dell’umidità – causò tuttavia un cambiamento dei suoi  colori originali.

 

La Seconda versione dell’Immagine di Gesù Misericordioso

Nel 1943 – dieci anni dopo la realizzazione della prima immagine di Gesù Misericordioso  a Vilna (Vilnius, Lituania) e cinque anni dopo la morte di suor Faustina a Cracovia (Polonia)  – l’artista pittore Adolf Hyla si presentò a Cracovia Lagiewniki. Parlò con le suore della Congregazione delle Suore della  Beata Vergine Maria della Misericordia svelando il suo  desiderio di dipingere un quadro. Voleva fare un dono per la cappella della congregazione, offrendolo come ex-voto di ringraziamento a nome di tutta la sua famiglia salvata dalla guerra.

Le Suore gli proposero di dipingere un’immagine di Gesù Misericordioso. Come modello presentarono all’artista una riproduzione della prima immagine dipinta da Kazimirowski con  la partecipazione di suor Faustina. Allegarono anche la descrizione dell’immagine contenuta nel diario di suor Faustina. L’artista eseguì quest’opera secondo la sua propria idea. . Questa immagine fu benedetta nel 1944 e collocata nella cappella della Congregazione a Cracovia, dove è venerata fino ad oggi.

 

Ho recuperato l’immagine originale e sono riuscita a ridargli i suoi colori originali, come erano nel primo dipinto, Come sono apparsi a suor Faustina. 

Monsignor Gintaras Grusas Arcivescovo di Vilnius,  ha rivelato che  «questo Volto, con una riduzione di circa il trenta per cento, è perfettamente sovrapponibile al Volto della Sindone. Abbiamo fatto alcuni esperimenti che confermano questo fatto».  

Occhi, naso, bocca e volto del Gesù della Divina Misericordia sono sovrapponibili in modo sorprendente con l’Immagine impressa sul sacro Lino. Come se fossero il positivo e il negativo di una stessa fotografia. E ciò  accade unicamente se l’esperimento grafico si fa con il Dipinto originale, conservato a Vilnius. «Ho provato, infatti, a ripetere l’esperimento con la seconda immagine quella realizzata dopo da Adolf Hyla,  e non è riuscito».

 

In Pdf  l’immagine di Gesù Misericordioso come l’originale.  Cliccare su:                                               Gesù Misericordioso originale. in Pdf.